La valvola stampata in 3D trasforma la maschera da snorkeling in ventilatore per il trattamento del coronavirus e il design è online gratuitamente 1

La valvola stampata in 3D trasforma la maschera da snorkeling in ventilatore per il trattamento del coronavirus e il design è online gratuitamente Lascia un commento

La valvola stampata in 3D trasforma la maschera da snorkeling in ventilatore per il trattamento del coronavirus e il design è online gratuitamente 2

Tutto ciò che la stampa 3d ha fatto contro il covid19 e l’aiuto dei makers nel mondo!!

Una start-up tecnologica in Italia è stata elogiata per il suo approccio sperimentale e di pensiero rapido dopo aver adattato una maschera da snorkeling integrale in un ventilatore dell’ospedale praticabile.

Isinnova, fondata e guidata da Cristian Fracassi, ha ampliato i recenti sforzi per risolvere la carenza di valvole di ventilazione in alcuni ospedali italiani con l’uso della stampa 3D adattando un prodotto venduto da Decathlon in un sistema respiratorio funzionante per il trattamento del nuovo coronavirus .Elon Musk consegna 1.255 ventilatori in California dopo l’acquisto di una fornitura eccessiva

Leggi di più

La start-up ha brevettato il collegamento della valvola, ma ha rilasciato i suoi design in modo che gli esperti possano replicare il lavoro gratuitamente. I test hanno finora dimostrato il successo, ha detto il team in un post sul blog.

L’Italia ha il maggior numero di infezioni COVID-19 al di fuori della Cina, con oltre 69.000 casi confermati. È in atto un blocco, ma alcuni ospedali sono sopraffatti.

Isinnova ha dichiarato di essere stato contattato dall’ex capo medico dell’ospedale Gardone Val Trompia in provincia di Brescia, il dott. Renato Favero, che ha condiviso l’idea di realizzare apparecchi per la respirazione di emergenza utilizzando componenti stampati in 3D dopo il precedente lavoro del team con esperti della regione. Ospedale Chiari.

Il nuovo approccio dovrebbe adattare un dispositivo di consumo che era già sul mercato. In questo caso: la società ha utilizzato la maschera Easybreath.

“La società è stata immediatamente disposta a collaborare fornendo il … disegno della maschera che avevamo identificato. Il prodotto è stato smontato, studiato e sono state valutate le modifiche da apportare. È stato quindi progettato un nuovo componente per garantire il collegamento con ventilatore. Abbiamo chiamato il collegamento valvola Charlotte e l’abbiamo rapidamente stampato utilizzando la stampa 3D “, ha spiegato il team Isinnova.

Un prototipo completamente funzionante è stato testato nell’ospedale di Chiari e si è dimostrato efficace, sebbene l’azienda abbia sottolineato online che il design rimane un “dispositivo biomedico non certificato”.

Isinnova ha dichiarato di aver brevettato il nuovo componente del collegamento valvole.

Nonostante il potenziale salvataggio di vite umane, le prime valvole stampate in 3D erano basate su progetti esistenti e provocavano minacce legali, secondo il quotidiano italiano La Stampa.

A quel punto, il blog Isinnova ha continuato: “Abbiamo deciso di brevettare urgentemente la valvola di collegamento (Charlotte Valve), per evitare speculazioni sul prezzo del componente. Chiariamo che il brevetto rimarrà libero da usare, perché è nel nostro intenzione che tutti gli ospedali bisognosi possano utilizzarlo se necessario. “

La start-up italiana ha condiviso online i disegni delle valvole scritti a mano e le guide di stampa. Decathlon ha detto al quotidiano La Voix du Nord che un ospedale di Parigi sta anche testando la maschera Easybreath adattata.

Decathlon è stato contattato per un commento sull’ulteriore produzione di maschere da parte di Newsweek. Il team Isinnova ha dichiarato che il suo progetto è “totalmente senza scopo di lucro” e non riceve denaro dalle vendite di maschere.

Non è chiaro quante persone siano state utilizzate le maschere e quali ospedali in Italia stiano attualmente utilizzando i progetti di produzione. Isinnova è stata contattata per un commento.

Il lavoro del fondatore di Isinnova Fracassi è stato elogiato, è stato elogiato sui social media. Ha scritto: “Avendo stampato quelle valvole ci ha fatto capire che non potevamo fermarci, che era necessario un aiuto.

“Vorremmo aspettare i risultati di tutti i test (finora positivi) ma pensiamo che ogni minuto sia cruciale”, ha aggiunto. “Medici, infermieri, ospedali, diffondono, studiano e ci aiutano a migliorarlo: ti terremo aggiornato su come attuare questa nuova idea (sempre gratuita, ma questa volta brevettata da noi).”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *