Agevolazioni 2020 1

Agevolazioni 2020 Lascia un commento

Agevolazioni 2020 2

INDUSTRY 4.0 – EX IPERAMMORTAMENTO 270%

La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto il Credito d’Imposta, una novità che mira a favorire l’investimento in beni rientranti nell’Industry 4.0.

L’Iperammortamento al 270% è stato sostituito da questa nuova agevolazione fiscale, che permette di avere un credito d’imposta pari al 40% in 5 anni (8% annuo).

Il risultato è che il “costo effettivo” del beni acquistato è pari a circa un terzo del prezzo di acquisto.

NOVITA INTRODOTTE DAL CREDITO D’IMPOSTA 4.0

Ecco le principali novità:

1 – I beni materiali che nel 2019 rientravano nell’Iperammortamento al 270%, nel 2020 beneficeranno di Credito d’Imposta pari a:

40% se il costo del bene NON supera i 2.5 mln di euro

20% se il costo del bene è compreso tra 2,5 e 10 mln di euro

2 – L’autocertificazione del rispetto dei requisiti ai fini dell’accesso credito di imposta è ammessa per beni il cui costo di acquisizione è inferiore ai 300 mila euro. Per i beni che superano questo importo è necessario procedere con una perizia eseguita da un tecnico specializzato.

3 – Il credito d’imposta si applica ai beni acquisiti nel 2020, e fino al 30 giugno 2021. Sono esclusi i beni per i quali è stato effettuato l’ordine entro il 31/12/2019 con pagamento di un anticipo pari almeno al 20%, che invece rientrano nell’Iperammortamento al 270%.

A CHI E’ RIVOLTO

Il credito d’imposta è rivolto a tutte le aziende che operano in settori innovativi, come la meccatronica, robotica, sicurezza informatica, nanotecnologie, stampa 3D… Ciò mira ad incentivare gli investimenti sulle nuove tecnologie e sull’abbattimento dei consumi energetici.

NOTA. Come lo scorso anno, non potranno usufruire di questa agevolazione, le P.IVA in regime forfettario.

La nuova disciplina si applica alle imprese che effettuano acquisti di beni strumentali nuovi dal 1° al 31 dicembre 2020, oppure (e qui sta il punto):

entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Quindi, il credito d’imposta si può applicare fino al giugno 2021, alle condizioni sopra indicate. E fino a giugno 2020 si continuano ad utilizzare le vecchie regole del super e iper ammortamento, analoghe a quella sopra riportata: se l’ordine è stato accettato e c’è un pagamento pari almeno al 20% entro il 31 dicembre 2019, l’acquisto può essere perfezionato entro il 30 giugno 2020.

Ecco in definitiva la tabella con le regole per applicazione:

Data operazioneAgevolazione
acquisto 2019super o iperammortamento
acquisto entro il 30 giugno 2020ordine accettato entro dicembre 2019 e acconto minimo del 20%: super o iperammortamento; ordine 2020 o senza acconto minimo del 20%: credito d’imposta
acquisto 2020credito d’imposta
acquisto entro il 30 giugno 2021ordine accettato entro dicembre 2020 e acconto 20%: credito d’imposta

Ricordiamo, molto in sintesi, che il nuovo credito d’imposta è fruibile nella seguente misura:

  • al 6% fino a 2 milioni di euro per l’acquisto di beni strumentali nuovi,
  • al 40% fino a 2,5 milioni di euro e al 20% da 2,5 a 10 milioni se i beni sono Industria 4.0 e interconnessi (allegato A legge 232/2016),
  • al 15% fino a 700mila euro per i software (allegato B legge 232/2016).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *